Archive

Il Mio Amico Charly

Scritto da Federica L. Mattei «Vuol dire che non siamo reali?». «No, vuol dire che siamo reali in modo diverso. Ma gli adulti non capiscono il nostro modo di essere reali e così dicono che siamo immaginari» si legge, ne L’amico immaginario di Matthew Dicks. Sebbene sia complicato stimarla, una discreta percentuale di bambini si “costruisce” nel corso degli anni un compagno immaginario. La prima ricerca pubblicata sull’argomento risale al 1895 ad opera di Clara Vostrovsky e, in tempi ridosso…

Read More

Gli irregolari di Salita Sospiro

Recensione a cura di Federica L. Mattei Gli Irregolari di Salita Sospiro sono cinque amici (tre maschi e due femmine), legati da una profonda amicizia nata sui banchi di scuola e dalla passione per le indagini, i crimini, i giochi di ruolo. Il ritrovo del loro club è una casa sull’albero, proprio all’inizio di Salita, dove si riuniscono per leggere, confrontare indagini, scambiare libri, idee ed esperienze. Il Club è un rifugio, un punto di riferimento, un luogo sicuro. La…

Read More

Mio fratello rincorre i dinosauri

Recensione a cura di Federica L. Mattei “Per prima cosa voglio parlarvi del parcheggio, perché è lì che tutto è cominciato.” Questa la scenografia, deserta e svogliata, dove i genitori annunciano a Giacomo, Chiara e Alice, l’arrivo di un fratellino. Giacomo ne è entusiasta almeno quanto il padre perché ora hanno la possibilità di “pareggiare” il numero (“due a due”) delle donne in famiglia. Non potendo farsi trovare impreparato a questo arrivo insperato, Giacomo chiede al padre di accompagnarlo a…

Read More

Symbolic Ludere

Scritto da Federica L. Mattei Per Freud «il contrario del gioco non è ciò che è serio, bensì ciò che è reale». Esistono questioni che avendo spesso sotto agli occhi, o dandole per scontate, non ricevono le attenzioni che al contrario meriterebbero. È il caso del gioco, quella cosa buffa che i bambini fanno da soli o in compagnia e che, benché evidente anche agli occhi più inesperti (chi non ha mai visto un bambino giocare?), e nonostante le molte…

Read More

Fahrenheit 451

Scritto da Fabrizio Castellani Ray Bradbury – Tim Hamilton Quando di un romanzo, forse il più noto del grande autore statunitense, si possono contare ben due adattamenti cinematografici ufficiali, innumerevoli epigoni e riferimenti e un graphic novel di qualità, forse siamo di fronte ad un capolavoro. Fahrenheit 451 lo è, per me, togliendo senza indugio il termine forse. La trama del romanzo di Bradbury, uscito nei primi anni cinquanta come estensione di un precedente racconto, è piuttosto nota. Il pompiere…

Read More

L’ita(G)liano attuale tra grafia e pronuncia (seconda parte)

Scritto da Federica L. Mattei Con il vocabolario alla mano e un testo di Coletti sulla Grammatica, riprendo la riflessione attorno alla nostra lingua ripartendo dall’elisione ovvero la caduta della vocale alla fine di una parola che ne precede un’altra che inizia per vocale. Tale vuoto è graficamente riempito dall’apostrofo. Tra gli errori ortografici più frequenti mi sembra opportuno elencare: Quello che riguarda l’uso dell’apostrofo in caso di troncamento (qual è vs qual’è) o dell’accento al posto dell’apostrofo (pò vs…

Read More

Iscriviti alla newsletter

Recent News
Novembre 27, 2020
Novembre 25, 2020
Novembre 23, 2020
Novembre 20, 2020