Scritto da Federica L. Mattei

In queste ultime settimane di quarantena ho sentito e letto spesso diverse persone lamentare di non poter uscire, di avere voglia di “normalità”, di guidare di nuovo la propria automobile magari per raggiungere il mare. Come dargli torto?
Ebbene, ci sono persone nel mondo che di guidare in “certe” strade ne farebbero volentieri a meno. Perché? Perché sono tra le più pericolose e/o bizzarre al mondo.
Vediamole insieme.
Tra le strade ritenute più pericolose al mondo troviamo:
1) Il Gouliang Tunnel (Cina), un tunnel che collega il villaggio da cui prende il nome, con l’esterno. Fu costruito dagli abitanti con martelli e scalpelli nel 1972; è una ferita sul fianco della montagna che, costruita con una velocità di 1 metro ogni tre giorni oggi vanta la lunghezza di 1,2 km, un’altezza di 5 mt e una larghezza di 4 mt. Un paesaggio da mozzare il fiato. (Foto)

2) La Yungas Road (Bolivia), soprannominata “la strada della morte” è una pista ciclabile lunga 60 km che collega la città di Pax con la regione Yungas. Il percorso vanta 3,500 km di discesa e su questo percorso circa una ventina di ciclisti hanno perso la vita.

Yungas Road

3) Lo Zoji La (India) è un passo dell’Himalaya nella zona di Ladajeh. È una delle strade più alte del mondo (3.528 mt di altitudine) e in inverno, a causa di bufere e del clima che raggiunge i -50°, è chiusa al traffico.

Zoji La

 

 

 

 

 

 

 

La strada più ripida al mondo si trova nella città di Harlech, con una pendenza del 37,5%; è lunga 330 mt e la differenza di altitudine tra l’inizio e la fine è pari a 50 mt.
La strada più lunga è la PAN-American Highway: oltre 25.000 km che attraversano 17 Stati, dall’Alaska, al Canada, gli Stati Uniti fino al Messico per poi proseguire ancora nella costa occidentale del Sudamerica.
Di contro, la strada più corta è lunga appena 2,06 mt, si trova in Scozia e possiede un solo numero civico.
La strada più larga, invece, si trova a Buenos Aires, ha 9 corsie per senso di marcia (18 in totale), è lunga appena un km ma è larga ben 110mt.
Il primato per la strada più trafficata, e non è una gran sorpresa, è quella che collega il Tibet alla Cina, una strada in cui gli ingorghi arrivano a misurare i 100 mt di lunghezza.
E se pensavate che la strada più dissestata fosse quella sotto casa vostra, beh, vi sbagliate di grosso. Questo triste primato appartiene alla strada che si trova tra Ponte san Giovanni e Collestrada (PG) ed è un vero e proprio percorso a slalom per tentare la salvezza di pneumatici e ammortizzatori.
Ora se volete uscire, da oggi si può, ma attenti alla strada da scegliere.