Scritto da Maddi Magnolia

Condimenti come il coriandolo, l'aglio, il basilico il cardamonio, salsa nam pla, e poi riso, curry, verdure, frutta fresca di stagione e pesce dovrebbero farci venire in mente la cucina thailandese. La filosofia culinaria della Thailandia, basata sui prodotti che questa terra mette a disposizione, ha alla base l'amore per gli ingredienti che devono essere di qualità per far sì che ne esca un gustoso piatto. La cucina thai, una delle più esotiche al mondo, è anche tra le più gustose e sane. É anche piuttosto liberale; difatti, si va dalla pizza italiana alle cavallette fritte e, più in generale, i thailandesi riguardo al cibo seguono una sola regola: mangia quando hai fame.
Ma non a casa. Infatti, l’80% delle case di Bangkok sono sprovviste di una cucina mentre lo street food, considerato al pari di un’istituzione, offre cibo da asporto a prezzi molto bassi, diversamente dal costo di un pasto in un ristorante o in un bar. Un posto speciale dove mangiare sono i mercati notturni thailandesi come quello di Chatuchak, in cui sono allestite oltre quindicimila bancarelle che attirano una folla di più di duecentomila persone in cerca di cose da comprare. E da mangiare.
Ma questo Paese è noto ai tanti turisti italiani anche per le sue spiaggie di sabbia bianca fine, con acque azzurre e cristalline. E chi è in cerca di relax, può trovare spiagge perfette a Koh Kood, la seconda più grande delle isole di Mu Koh Chang. L’isola non ha un villaggio o una comunità centrale. Prima che fosse scoperta dai turisti, c’erano solo alcune comunità di pescatori e oggi la situazione non è cambiata molto. Anche in alta stagione, può capitare di essere gli unici su una lunga distesa di sabbia bianca e, in sintonia con l’atmosfera dell’isola, anche la vita notturna è molto tranquilla e rilassata.

Koh Kood è un posto lontano da tutto, perfetto per dimenticare il resto mondo per alcuni giorni. Immersi nella natura, tra la bellezza della giungla e l’acqua cristallina, c’è un posto che bisogna visitare per vivere un’esperienza irripetibile: The Dining Pod, un ristorante unico. Non si contraddistingue per la presenza di tovaglie o posate d'argento e non si raggiunge dopo aver percorso un vialetto. É un nido fatto di bambù, issato sugli alberi della foresta pluviale e affacciato sull'oceano e su tutto il paesaggio dell'isola di Koh Kood. É un ristorante immerso in questo paradiso terrestre e permette a un privilegiato e ridotto numero di ospiti (al massimo quattro persone) di cenare stando comodamente seduti su una costruzione in legno posta a circa cinque metri da terra. The Dining Pod assomiglia ad un vero e proprio nido d'uccello, in grado di ispirare benessere e sintonia con il mondo della natura. Inutile dire che il servizio ai tavoli è garantito da un personale impeccabile, che offre pietanze raffinate e vini scelti utilizzando un cavo in acciaio, che scorrendo, rilascia un suono molto simile a quello delle onde, creando così un’atmosfera magica. Una location perfetta, quindi, se volete stupire qualcuno, in tutti i sensi.