Illustrazione di Lisa Barbera Testo di Federica L. Mattei   L’abbandono non è più stato lo stesso, sprovvista di quelle braccia e di quel sentire che era diventato “altro”. Altro da me, e da te. Da quel noi che aveva faticato a raggrumarsi ma che poi si era addensato, in un giorno di cui fatico a ricordare, in un modo che mi parve inaspettato quanto un tuono in un cielo pieno di sole. Abbandonarsi e divenire, abbandonarsi respirando fiato nel…