Illustrazione di Lisa Barbera

Testo di Federica L. Mattei

 

Custodiva in sé la frenesia del tempo
delle cose che passano e se ne vanno,
nessuno sa dove.
Di blu vestita, di fuoco chiomata, era in attesa.
Aspettava Niente e Nessuno, i suoi compagni più fedeli, quelli che c'erano sempre stati quando aveva avuto bisogno.
E lei ricambiava così: con l'attesa e l'uscio aperto,
a custodire quella frenesia e quel tempo.
Ché una porta permette di entrare, ma lascia anche andare.
Andare via, lontano. Nessuno sa dove.