Scritto da Tommaso Mazzuca

Fall Guys: Ultimate Knockout è un gioco uscito il 4 agosto su Play Station (con il Ps Plus è gratis solo per il mese di agosto altrimenti andrà pagato) e Pc (comprabile da Steam) molto simile a Takeshi’s Castle; si tratta di una serie di minigiochi e corse di pupazzi coloratissimi il cui obiettivo è quello di qualificarsi per la finale. I comandi sono pochi e semplici: X per saltare, quadrato per “tuffarsi” a terra, levetta sinistra per muoversi e la destra per girare la telecamera e infine R2 per trattenere le persone (molte persone sfruttano R2 in gare in cui non andrebbe proprio usato per far morire gli avversari quindi state sempre attenti specialmente in mappe in cui è facile perdere). Tra le gare abbiamo: Dizzy Heights, Hit Parade, Door Dash, Gate Crash e The Whirlygig, che secondo me sono quelle più semplici; invece, See Saw, Tip Toe, Slime Climb e Fruit Chute sono ben più difficili perché in queste mappe i giocatori tendono a infastidire gli altri oppure perché non capendo bene le meccaniche di gioco, e quali pulsanti è meglio utilizzare, ti fanno perdere tempo oppure ti fanno ricominciare dall’ultimo checkpoint appena passato.

In queste mappe è importante schivare gli ostacoli (pale eoliche, piani che basculano, labirinti ecc) e arrivare alla fine del percorso entro il numero richiesto in alto a destra per qualificarvi al round successivo. Tra le mappe “sopravvivenza” abbiamo: Jump Club, Roll Out, Block Party, Perfect Match e Tail Tag, dove la sfortuna e i “bug” regnano sovrani; difatti queste mappe sono tra le più odiate dai giocatori dal momento che il tasto R2 viene spammato (cioè usato tantissimo), anche troppo, e ciò porta alla morte con conseguente eliminazione dalla partita. Dunque, per passare al round successivo non dovete cadere nello slime e nel caso di Tail Tag dovete ottenere la coda di un avversario a 0 secondi.

Invece, tra le mappe di squadra troviamo: Egg Scramble, Rock n Roll, Fall Ball, Team Tail Tag, Jinxed, Hoopsey Daisy e Hoarders, che sono le mappe meno amate dai giocatori per un semplice motivo: sono troppo casuali e quindi imprevedibili, talvolta anche ingiuste. Perché? Perché se io gioco Hoarders e sono un giocatore scarso ma il mio team è forte, vinco comunque; inoltre, capita spesso che uno o più team abbiano un giocatore in meno rispetto ad un altro e questo sarebbe meglio che non succeda. In generale, per passare il turno il vostro team dovrà avere più “punti” tranne che in Rock n Roll dove bisogna spingere la palla e portarla al traguardo almeno da secondi, o in Jinxed, dove il primo team ad essere “jinxato” sarà eliminato. Tra le mappe finali troviamo:

Fall mountain, dove dovete scalare la montagna e premere R2 per prendere la corona che si trova in cima;

Hex-a-gone, dove dovete sopravvivere senza cadere nello slime;

Royal Fumble, dove chi ha la coda allo scadere del tempo vince (le code si prendono vicini agli avversari premendo R2);

Jump Showdown, simile a Jump Club, ma con qualche modifica che la rende un po’ più complessa.

Un gioco divertente in cui fortuna, astuzia e caos regnano sovrani.