Recensione a cura di Federica Belleri Come le stelle alpine che si aggrappano alla roccia per crescere e sopravvivere, così Le Portatrici risalgono le montagne della Carnia con gli Scarpetz ai piedi e le pesanti gerle sulle spalle, per portare viveri o polvere da sparo agli alpini e ai soldati impegnati a combattere gli austriaci. Siamo nel 1915. Siamo in guerra. Una guerra terribile, dura e complicata da capire per le donne che non hanno mai combattuto. Oppure sì? A…