Scritto da Fabrizio Castellani Non sono moltissime le incursioni del talentuoso Neil Gaiman nel mondo DC. Una manciata di albi, perlopiù usati come riempitivi di alto spessore, al di fuori della continuity. Alla fine di una delle tante “Crisi” marcate DC per il ciclico rinnovo delle testate (questa, piuttosto pomposamente, chiamata “Crisi Finale”), al ritorno dell’amatissimo Flash di Barry Allen corrisponde, per la regola del contrappeso, la scomparsa di Batman. L’autore del bestseller “American Gods”, con la propria visione della…