Scritto da Tommaso Mazzuca

 

Rocket League è un gioco di “calcio” sviluppato da Psyonix Studios, uscito nel 2015 su PS4 e Microsoft Windows, nel 2016 su Xbox one, nel 2017 anche su Switch. La parola calcio è messa tra virgolette perché a giocare non ci sono persone ma macchine il che rende il gioco molto più fluido e movimentato insieme al fatto che si passa dall’ attacco alla difesa in pochissimo tempo.  
Dunque, le regole sono le stesse del calcio ma sono assenti i falli laterali, falli e posizioni, quindi la doppia fase è importante (saper sia difendere che attaccare). Tra le “palylist” per giocare abbiamo, oltre all’allenamento e agli incontri personalizzati: 

  • “casuale” che, come dice il nome, ci metterà in una partita anche già iniziata con persone prese a caso;  
  • competitivo, dove ogni partita determina la tua posizione in un rank nella classifica mondiale;  
  • tornei, dove si possono appunto creare tornei o partecipare a uno già esistente;  
  • modalità extra con, appunto, modalità diverse dalla solita “classica” (nel riquadro viene spiegato come funziona ogni modalità).   

Nella modalità “classica” (cioè casuale e competitivo) così chiamata perché comprende quelle più giocate, ci sono incontri che vanno dall’ 1v1 al 4v4, dove andranno sfruttati i turbo ottenibili parzialmente guidando sopra dei cerchi gialli sparsi in modo simmetrico sul campo o totalmente guidando sopra a delle sfere poste negli angoli e nella mezzeria laterale del campo di gioco, le pareti, ma soprattutto la possibilità di comunicare con i compagni così da coordinarsi nelle azioni: chi alla fascia per mettere la palla in mezzo, chi difende, chi segna… 
Nella modalità  Snowday si gioca su un campo di hockey e il pallone è sostituito dal classico disco; nella modalità Hoops il campo da calcio diventa da pallacanestro; nella Rumble si avranno a  disposizione per pochi secondi dei poteri speciali per mettere in difficoltà gli avversari; nella Dropshot, inserita nel 2017, il campo è ottagonale e non ha porte poiché per vincere bisogna distruggere il campo dell’avversario e far cadere il pallone; infine, nella “corsa sulle punte”, inserita nel 2019,  sono delle spine sulle vetture a creare la difficoltà del gioco. 
Ora qualche consiglio per iniziare a giocare e capire le meccaniche: anzitutto FATE IL TUTORIAL perché vi aiuterà ad imparare a volare e a migliorare il timing della palla in volo. 
Secondo poi, le partite competitive giocatele solo con gli amici altrimenti fate le 1v1 sfruttando al massimo i muri che vi aiuteranno a smarcare, mettere la palla in mezzo, spazzare in difesa e buttarla avanti; cercate di stare nel centro-difesa, sia se siete da soli, sia con altri, un portiere/difensore fa sempre comodo. 
E dal momento che non ci sono potenziamenti di nessun tipo, ma solo skin delle macchine, tipi di macchine e altri pochi accessori, potrete contare solo sulla vostra bravura (e su quella dei vostri compagni)! 
Buon gioco Players.