Scritto da Tommaso Mazzuca

 

Fifa 21 è un gioco di calcio sviluppato dalla EA Sports per Ps4, Xbox One, Nintendo Switch e dal 9 ottobre anche per Microsoft Windows (oltre alle 10 ore che erano disponibili prima dell’uscita del gioco con l’abbonamento a EA play, che dà anche uno sconto del 10% sui fifa points), dal 10 novembre per Xbox series X e dal 5 novembre per PS5. Le modalità di gioco restano le stesse ovvero: Ultimate team, carriera, calcio d’inizio… ma con molte novità.  
Andiamo con ordine: 

  • carriera: FINALMENTE, e dico finalmente perché sono anni che la community (l’insieme dei giocatori) chiede un aggiornamento della carriera più consistente rispetto al 20, che benché portasse delle modifiche, non erano al pari delle attuali; difatti, l’allenamento è molto più realistico e gestibile, grazie anche al calo di energie che avranno i giocatori e l’aggiunta della lucidità, che migliora la prestazione durante le partite; i prestiti sono ora più utilizzabili, anche grazie alle forme di prestito con diritto e obbligo di riscatto più accettabili dalle squadre. I piani di crescita permetteranno, invece, di usare i giocatori come più si vuole, aumentando caratteristiche precise e anche cambiando ruolo (nel limite possibile). 
  • Ultimate Team: In sé la modalità ha le stesse funzionalità, ma offre dei cambiamenti che possono piacere o meno come, ad esempio, l’inserimento di eventi e degli obiettivi “community” con un argomento preciso e degli obiettivi da fare con i giocatori di fifa di tutto il mondo per dei premi “bonus”, oltre ai classici obiettivi. Nelle Division Rivals è stato aggiunto un nuovo livello rispetto all’ anno scorso ed è cambiato il metodo di posizionamento proprio nei livelli: solo le prime 30 partite stabiliranno il posizionamento e tra queste conteranno anche le partite del FUT Champions/ WL/ Weekend League (nella quale ci si può qualificare giocando le Rivals), che però daranno sempre 400 punti (12000 punti quelli totali se si gioca solo la WL che comprende 30 partite giocabili SOLO nel weekend, appunto Weekend League), che non bastano per raggiungere il livello 1 nelle Rivals. Dunque, si dovranno giocare anche 20 partite, vincendone almeno 10, nelle Rivals, PRIMA della WL per fare livello 1, e questo aspetto ha diviso la community tra chi preferisce questa modifica per valorizzare le Rivals e chi al contrario preferiva giocare solo la WL (se si fa minimo argento 1 nella WL si è automaticamente riqualificati e molto probabilmente si riesce anche a fare livello 1 Rivals, ma questo ormai solo fino al 20). 

Le altre modalità sono rimaste essenzialmente uguali, come i giocatori buggati, specialmente quelli veloci, i moduli, le tattiche… ma i tiri a incrociare quest’ anno funzionano meglio, come i filtranti alti (L1+triangolo da play e LB+Y su Xbox). 
Tornerò presto su questo gioco, con ulteriori consigli e specifiche di gioco. Intanto: Buona partita!