Scritto da Tiziana Tafani

Nella vita, per quanto ti sforzi, non c’è posto per tutte le cose. Lo studio, il lavoro, la carriera, le scalmane dell’adolescenza, la paura, la malattia, i figli, la passione, l’amore. 
Ecco, l’amore. 
E a ricordarti che nella vita non c’è posto per tutte le cose, ti arriva, puntuale come un treno che non vuoi prendere, la celebrazione globalizzata (fosse la festa del paese uno ci passa sopra) che l’amore è la cosa più bella del mondo e qualche gaglioffo si è inventato S. Valentino, prendendo in prestito la storia del tenero Santo di Terni e piazzando a febbraio un tripudio di fiori e cioccolata. 
Se potessi scegliere tra l’abolizione della canicola di Ferragosto, che tanto amo, e le carte di cellophane rosso, le rose, i fiori, non avrei nessun dubbio 
Nella vita non c’è posto per tutte le cose. 
Nella mia non ha trovato posto l’amore, o forse è stato l’amore a non avere voluto me.