Scritto da Tiziana Tafani

Mi succede ogni anno,
ogni anno maledettissimo,
il giorno in cui mio padre ha cambiato il proprio percorso e mi ha lasciata da sola sulla terra.
Stringo i denti e pronuncio sempre le stesse parole
Ci mise in salvo
La leggerezza dei saltimbanchi
Dal pericolo delle dolorose capriole
Che questo vuoto opaco
Ci costringe a moltiplicare
Nella solitudine straniata
Di vivere senza di te.