Scritto da Tommaso Mazzuca

Tramite il circo, con delle telecamere in una stanza segreta, William fece degli esperimenti su Jimmy, capendo che l’anima di un bambino è la migliore per creare il remnant. Creò i robot facendo in modo che potessero rimanere soli con un bambino alla volta, così da poterlo uccidere, aprendosi e facendo il remnant sul momento e potendo inglobare il corpo per poi gettarlo via. Solo in un modo il piano poteva fallire e così accadde: Elizabeth rimasta sola con Baby venne uccisa; in quel momento William andò a controllare perché la figlia non rispondeva ai suoi richiami. Egli non poteva fare nulla per salvarla, ma la situazione peggiorò ancora: molte persone arrivarono e per la confusione causata dall’orribile spettacolo, tutti uscirono e il locale chiuse il suo primo giorno di apertura. La madre si suicidò dopo un periodo di depressione e William mise il suo remnant in Ballora così che le due non si separassero, rinchiuse nel seminterrato del circo. William rivoluzionò i suoi piani e nel 1983 sfruttò il Freadbear and Friends, facendo avere allucinazioni ai due figli rimasti sui 5 animatronici del locale: Freddy, Bonnie, Chica, Foxy e Freadbear. Il giorno della festa Michael, assieme a dei suoi amici, mise la testa di Jimmy nella bocca dell’orso dorato, che William manomise per fare in modo che frantumasse il cranio del bimbo, così che i ragazzi facessero ciò che egli disse per ripagare l’incidente. Però il locale chiuse quindi William dovette pensare a come fare per attuare comunque il suo piano: uccise un cane. Uscì per spostare il corpo, ma la padroncina che aveva visto l’accaduto venne subito fatta fuori dall’uomo, per evitare altri problemi. Provò una sensazione stranamente soddisfacente per cui mentre nascondeva  i due cadaveri dentro Chica e Mangle, un animatronico che vedremo nel secondo capitolo della saga, elaborò un nuovo piano.
Non potendo usare gli animatronici che aveva già (gli Withered animatronics), per quanto accaduto quattro anni prima, nel 1987 riaprì il locale con Henry, usando il nuovo nome di Freddy Fazbear’s Pizza e nuovi animatronici che chiamò Toys animatronics, per via del loro aspetto simile a dei veri e propri giocattoli.  Michael venne assunto come guardiano durante il giorno, così che il padre potesse continuare con il piano (ovviamente il figlio non ne sapeva nulla, William voleva che solo egli stesso sapesse della scoperta e che ne potesse usufruire); egli cucì un costume da coniglio per attirare 4 bambini e finalmente poter avere del remnant di cui aveva bisogno. Dopo anni quel maledetto costume verrà conosciuto come Glitchtrap, ma non usciamo dal contesto. Riuscì ad attirarli e li uccise nella stanza dello staff ed estrasse il remnant con un oggetto che lui stesso costruì, poi nascose i cadaveri nei restanti Withered animatronics, compreso Freadbear. La scomparsa dei bambini allarmò la polizia, che senza prove, non poté fare nulla, ma al contrario Henry si ingegnò: costruì la Puppet, un animatronico in grado di tenere sotto controllo i bambini e cercò di fare in modo che i Toys avessero un sistema di riconoscimento facciale, in modo che se avessero notato qualcosa di strano avrebbero potuto avvertire la polizia. Per sua fortuna però, accadeva che dei bambini bloccassero il pacco regalo della Puppet, impedendole di uscire a controllarli; così William  fece svenire Henry e lo rinchiuse in casa sua, in modo che non potesse attivare i Toys. Inoltre Charli uscì dal ristorante a causa di un dispetto a suo sfavore e William la uccise e le estrasse il remnant sul momento, pensando che così il collega gli avrebbe lasciato il ristorante, impegnato a piangere la figlia per un altro “incidente”. Ma qualcosa di magico e incredibile accadde quello stesso piovoso giorno. La Puppet avvertì che qualcosa non andava per il verso giusto e appena riuscì a liberarsi andò a cercare la bambina in un vicolo vicino al Freddy Fazbear’s Pizza. Purtroppo, però, una volta scovato il cadavere, la pioggia mandò il robot in cortocircuito che, quindi vi si accasciò sopra.